Lago Trasimeno

Nel cuore verde dell’Umbria si stende il lago Trasimeno.
A fare da cornice tutto intorno dolci colline con boschi che si alternano a campi di girasole e di mais, vigneti e distese di olivi.

I comuni del Trasimeno:
Castiglion del Lago 

Passignagno sul Trasimeno

Magione

Paciano

Piegaro

Panicale

Degne di nota sono le tre isole del Lago Trasimeno:

Isola Maggiore, Isola Minore e Isola Polvese.

La più estesa delle tre isole è l’Isola Polvese che con i suoi 69,6 ettari e 313,4 mt slm è anche la più alta, è disabitata e anche se dal 1995 appartiene al Parco Regionale del Trasimeno è liberamente visitabile. Oltre ai bellissimi scorci offre ai visitatori alcuni punti d’interesse qui si possono ammirare il Monastero di S.Secondo, la Chiesa di S.Giuliano e un castello del XIV sec. ed e: la Rocca.

l’Isola Maggiore è ancora abitata ed è raggiungibile in battello, anche da Tuoro sul Trasimeno, antica città etrusca.
La terza isola, l’Isola Minore (detta anche Isoletta) è privata e non visitabile. Attualmente è disabitata, anche se fino al XV secolo risulta essere stata abitata da molte famiglie.

Gli amanti della buona cucina tradizionale non potranno perdersi il brodo di pesce condito con il pregiato olio dei colli del Trasimeno, né rinunciare al riso con il sugo bianco a base di filetti di persico e di anguilla. A settembre si svolge la sagra del pesce che attira numerosi turisti e in questa occasione viene usata la padella più grande del mondo, in grado di friggere due quintali di pesce l’ora.

Le specialità sono veramente tante e vedono quasi tutte protagonisti i pesci di lago…e l’oco!

assaggiare assolutamente anche il brustico, un piatto che è allo stesso tempo facile e … quasi impossibile! Esso è composto infatti da pesce di lago (persico reale o tinca) e dalla cannina che altro non è che la canna lacustre usata per fare il fuoco sopra il quale si stende il pesce senza alcuna preparazione lasciandolo abbrustolire fino quasi a carbonizzarlo.Viene servito con olio extravergine, sale, pepe e limone

Gli amanti del pesce poi non potranno perdersi la carpa in porchetta, costituita da una carpa regina di almeno 15 – 20 Kg che viene cotta al forno e riempita come una porchetta tradizionale ovvero con lardo, finocchietto ed altre spezie od odori. Infine vi segnaliamo il tegamaccio, una specie di cacciucco a base di pesce fresco di lago (anguilla, luccio, tinca, persico e pesce gatto) tagliati a pezzi e cotti al tegame (da cui tegamaccio) col pomodoro maturo fresco.

Tra i prodotti tipici da segnalare: l’olio di oliva e i vini Doc Pieve del Vescovo e Colli del Trasimeno, ma anche il Grechetto, il vin santo, il novello, formaggi e miele. Da non perdere il dolce Torciglione e lo zafferano.

 

 

 

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Natale a Perugia

Perugia, la storica città etrusca, quest’anno vive il Natale in modo ancora più intenso!

All’interno della maestosa Rocca Paolina è presente il colorato mercatino di Natale, “Natale alla Rocca”. Tantissimi artigiani provenienti da diverse parti d’Italia e non solo, espongono i loro manufatti per originali idee per i regali natalizi.
Il mercato alla Rocca Paolina è aperto dal 6 dicembre al 6 gennaio (tranne il 25 dicembre e il 1° gennaio)

Il nuovo mercato di Natale è presente in Piazza IV Novembre e in piazza Matteotti il Perugia Special Christmas, con almeno 50 espositori.

In piazza della Repubblica è presente la pista di pattinaggio sul ghiaccio, assoluta e divertentissima novità! Per i più piccoli la giostra in piazza Italia e la ruota panoramica ai giardini Carducci!

Regalate un soggiorno all’Etruscan Chocohotel  e godetevi il clima natalizio che si respira nella bellissima

!

 

Posted in Curiosità, Eventi in Umbria, Luoghi da visitare, Senza categoria | Tagged , , | Leave a comment

L’albero di Gubbio: l’albero di Natale più grande al mondo!

L'albero di Natale più grande del mondo!

 

Come ogni anno, si rinnova a Gubbio la tradizionale accensione dell’albero di Natale più grande del mondo!

Sul monte Ingino infatti, domani 7 dicembre, verrà accesa la sagoma di un abete che si stende per oltre 750 metri e largo 450!
Novità assoluta è che quest’anno l’albero verrà acceso da Papa Francesco che, attraverso il web, attiverà il contatto elettrico che accende tutte le luci fino ad illuminare la stella cometa posizionata sulla sommità del monte.
E’ un momento che coinvolge tutta la cittadinanza eugubina, gli sbandieratori, i figuranti del corteo storico e i musici legati alla famosa Corsa dei Ceri.
Un evento sempre emozionante…

 

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Borghi umbri…

Umbria

Umbria, la regione più verde d’Italia tutta da scoprire.

Quando si parla di Umbria il pensiero si rivolge subito a Perugia ed Assisi, non tutti sanno però che oltre a questi due magnifici luoghi ne esistono tanti altri, più piccoli ma altrettanto deliziosi. A chi sceglie di visitare l’Umbria dunque suggeriamo di visitare anche i piccoli comuni arroccati sulle colline, con i loro i borghi antichi, le fortezze e i castelli. Nei dintorni del Lago Trasimeno vi segnaliamo:

MONTALERA

Il Castello di Montalera è una castello fortificato del X secolo sito su di un’altura, affacciata sul lago Trasimeno, nei pressi di Panicale in provincia di Perugia.

MONGIOVINO

Il Castello di Mongiovino Vecchio è situato in cima ad un colle a 500 metri d’altitudine e gode di un panorama a tutto tondo. Isolato nel verde e circondato da distese di olivi, boschi di riserve di caccia.

AGELLO

Agello è una frazione del comune di Magione (PG).
Il paese si trova in cima ad una collina, ad un’altezza di 411 m s.l.m. e domina da un lato la pianura del paese di Capanne, attraversata dalla strada statale 220 Pievaiola, e dall’altro l’intero specchio del lago Trasimeno. È abitato da 821 residenti.

PANICALE

Domina il lago Trasimeno dall’alto del monte Petrasvella attorno al quale i suoi edifici si avvolgono in ellissi concentriche. Qui si trova una delle chiese più antiche dell’Umbria, la Collegiata di San Michele.

Dopo questo bellissimo giro, per dormire, potete venire da noi!
www.chocohotel.it

Posted in Escursioni nella natura, Luoghi da visitare | Tagged , , , , | Leave a comment

Castello di Vallingegno

Il  castello di Vallingegno è un castello medievale. Si ritiene che il suo nome abbia origini da un tempio dedicato al dio Genio, venerato dai pagani come dio buono o malvagio capace di influenzare la vita degli uomini fin dalla nascita e che avrebbe dato il nome al territorio di Vallingegno (valle del Genio). Il castello faceva parte del sistema difensivo sulla destra del Chiascio, insieme al castello di Petroia e a quello di Biscina.

Sorge sulla cima di un colle in posizione dominante sopra la valle del Chiascio, nei pressi della strada tra Perugia e Gubbio.

Il castello, il cui primo nucleo fu eretto nell’anno 1000 attorno alla torre maestra, fu feudo della famiglia Gabrielli.  Possiede tutti gli accorgimenti militari in uso nel Trecento e nel Quattrocento e una torre poligonale.
Oggi il castello è di proprietà privata.

Castello di Vallingegno

 

Posted in Escursioni nella natura, Luoghi da visitare | Tagged | Leave a comment

Parco Nazionale dei Monti Sibillini

Il parco Umbro più esteso è IL PARCO NAZIONALE DEI MONTI SIBILLINI, nasce nel 1993, più di 70.000 ettari di superficie per salvaguardare l’ambiente e gli animali, per la sostenibilità di questa catena montuosa, padrona dell’Appennino Centrale Umbro Marchigiano.

Parco Nazionale dei Monti Sibillini

Parco Nazionale dei Monti Sibillini

 

Il parco è una ricchezza di ambiente, di tradizioni, di storicità, un luogo dove il tempo sembra essersi fermato…

L’area protetta è divisa in 4 versanti: l’Alto Nera e le sue Guaite, la fioritura, la magia, il sacro.

 

L’alto Nera è caratterizzato da castelli e torri medievali nei centri abitati, dalla Gola della Valnerina che il fiume Nera ha scavato negli anni e dal Monte Bove.

Il versante fiorito comprende i prati di Ragnolo, la valle del fiastrone, la Grotta dell’orso, la valle dell’acquasanta e le sue cascate. La zona, come si intuisce dalla parola stessa, è caratterizzata da fioriture soprattutto di orchidee, liliacee, narciso.. a primavera ed inizio estate sono degli spettacoli imperdibili!

Il versante magico  è così chiamato per le leggende che nell’antichità popolavano la zona: la “Sibilla” era la profetessa che viveva in una gotta dell’omonimo monte.

Infine il versante Sacro, dove la città di Norcia ne è al centro, essendo patria di San Benedetto, patrono d’Europa.

Norcia

Norcia

 

 

 

 
In questo meraviglioso scenario, l’itinerario che vi consigliamo è il sentiero NATURA ARTE E STORIA di Norcia.

Norcia è una cittadina di Perugia, 600 metri circa slm, è collocata dal punto di vista naturalistico tra due realtà: la Valnerina, cioè la valle fluviale nata dallo scorrere del fiume Nera, e i Monti Sibillini. E’ la città natale di San Benedetto, fondatore dell’ordine dei Benedettini, di cui mantiene numerosi cenni storici e architettonici medievali.

L’itinerario che proponiamo quest’oggi è per tutti!
Proponiamo una visita del centro storico della città partendo dalla Chiesa di San Benedetto, la stessa Piazza ospita il Palazzo Comunale del XIII sec., all’interno si possono visitare la Sala del Consiglio Maggiore, la Sala dei Quaranta conservatori della pace e la Cappella dei Priori in cui troviamo il reliquario di San Benedetto, è possibile inoltre visitare Il Duomo di Santa Maria Argentea del XVI sec. in stile rinascimentale. Dopo la parte “storica e artistica” vi consigliamo una tranquilla passeggiata verso Castelluccio di Norcia, un piccolo borgo che sorge nel cuore dei Monti Sibillini, giugno e luglio sono i mesi consigliati per ammirare la famosa fioritura della piana di Castelluccio. Non dimentichiamoci che Norcia è anche famosa per le tradizioni culinarie! Non si possono perdere i piatti cucinati con il tartufo nero, funghi, lenticchie di Castelluccio, formaggio di pecora.. prodotti unici di questa terra!
images (2)

 

 

Una serata di relax vi aspetta poi qui da noi con la nostra poltrona massaggiante e la vasca idromassaggio!

Vi aspettiamo!
www.hotelgio.it

 

Posted in Escursioni nella natura, Luoghi da visitare | Tagged , , | Leave a comment

Tempio di San Michele Arcangelo

Amiche ed amici amanti del relax…

E se ci prendessimo una pausa, tavoletta di cioccolato alla mano,  distesi all’ombra della chiesa di San Michele Arcangelo, dai perugini denominata affettuosamente “Tempietto”?

Ci troviamo a Perugia, a Borgo Sant’Angelo. Questa chiesa paleocristiana sorge su uno dei punti più alti della città ed è raggiungibile salendo corso Garibaldi e attraversando uno stretto vialetto (dopo la salita, la cioccolata è il massimo per recuperare!!). La consacrazione  all’angelo guerriero non è un caso, che spesso viene utilizzato nelle chiese a ridosso delle cinte murarie per protezione della città.

Un piccolo cortile verde è l’anticamera di questo edificio dalla pianta centrale, edificato su un terreno sacro agli Etruschi e poi divenuto luogo di un tempio romano, nel periodo in cui le religioni pagane erano in decadenza e il cristianesimo prendeva piede (V-VI sec. d.C.).

Il "Tempietto"

Il “Tempietto”

Luogo romantico, isolato, malinconico e misterioso, il Tempietto è la scelta di molti sposi per suggellare le loro promesse nunziali. La scenografia del luogo permette di immortalare scatti incantevoli, per ricordare momenti gioiosi della propria vita.

Ma non è tutto. Il tempietto offre sfondi anche per gli appassionati del mistero: vi compaiono infatti all’interno simboli molto particolari. Sugli stipiti d’ingresso e al collo della Madonna in uno degli affreschi si possono intravedere delle croci patenti, rappresentazioni legate all’universo mistico dei Templari, una confraternita religiosa del Medioevo la cui leggendaria storia è ricca di segreti ed enigmi. A pochi metri dall’ingresso, inoltre, fa la sua comparsa un pentagramma, simbolo legato al culto di Venere che nel Medioevo veniva associato alla magia nera.

Largo dunque alla scoperta, alla conoscenza e… al rientro in hotel dopo la lunga passeggiata!!

www.chocohotel.it

 

 

Posted in Curiosità, Luoghi da visitare | Tagged | Leave a comment

Il Castello di Petroia

Il Castello di Petroia, situato in una piccola frazione di Gubbio, Scritto, è un complesso di edifici medievali racchiuso entro una cinta di mura:

– la Torre con il Mastio forticato
– il Castellare Maggiore
– il Castellare Minore

Il Castello è bene nazionale storico, tutelato dalle belle arti.

La sua posizione di cerniera tra Gubbio e Perugia, in un punto strategicamente dominante la Valle del Chiascio lega il castello di Petroia a molte vicende importanti del XII, XIII e XIV secolo. L’episodio storico più noto è costituito dalla nascita a Petroia di Federico da Montefeltro il 7 giugno 1422.

 

Castello di Petroia

Castello di Petroia

Il castello, restaurato dopo l’ultimo conflitto mondiale, ha subìto gravi danni durante il terremoto del 1984, ma oggi si presenta in buono stato conservativo per merito del proprietario che ne ha curato personalmente il consolidamento. La vetta della torre di guardia – detta di “San Francesco”, costituisce il punto migliore di avvistamento: di fronte sono chiaramente visibili la torre di Petroia e, più lontana, quella di Biscina, perfettamente allineate sui rispettivi contrafforti. La sua posizione, quindi, permetteva facilmente la comunicazione tra i castelli. Il corpo centrale rappresenta la parte abitativa del castello: in epoca medievale era probabilmente un unico grande ambiente, rifugio della guarnigione militare di guardia; presenta mura spesse in cui sono ricavate piccole finestre ad arco; superiormente si sviluppa il camminamento di ronda.

Più che a un castello, Petroia, nato tra il IX e X secolo, assomiglia ora ad un piccolo borgo, affascinante e suggestivo.
Oggi il castello si caratterizza per la attività di ospitalità e di ristorazione, il tutto all’interno di una natura incontaminata.

Posted in Curiosità, Escursioni nella natura, Luoghi da visitare | Tagged , | Leave a comment

I Luoghi più romantici di Perugia

Perugia…quanto sei bella!

Potremmo definire la nostra città una bomboniera perché il suo centro storico nasconde dei luoghi magici e sicuramente molto romantici…

Porta Sole

Via dell’Acquedotto

Il Tempietto

La Terrazza del Mercato Coperto

Via della Viola e dintorni


Porta Sole

Porta Sole

Porta Sole

 

Affascinante a tutte le ore, diventa magica al tramonto e di notte. Si gode di una vista spettacolare e le luci della città ci fanno sognare.

 

 

 

Via dell’Acquedotto

Via dell'Acquedotto

Partendo da Piazza Cavallotti si arriva sino alle famose scalette per arrivare fino ad una “passerella” tra le case costruite affianco ad essa…suggestivi i colori e gli antichi palazzi tutti intorno.

 

 

 

Il Tempietto di Sant’Angelo

Il Tempietto di Sant'Angelo

Il Tempietto di Sant’Angelo


Una chiesa dalla forma circolare, è caratterizzato da un vasto prato.

E’ uno dei luoghi più rappresentativi per gli studenti che passano i pomeriggi a studiare, giocare o ascoltare musica.

 


La Terrazza del Mercato Coperto

La Terrazza - Perugia

La Terrazza – Perugia

Fantastica al tramonto nelle serate estive… Anche d’inverno mantiene il suo fascino perché meno affollata.
Unica la vista che si gode da questo punto della città.

 

 

Via della Viola e dintorni

Via della Viola - Perugia

Via della Viola – Perugia

Al turista è forse un po’ sconosciuta, ma vale veramente la pena addentrarsi in questo delizioso quartiere di Perugia. Scalette, viuzze, localini, botteghe artistiche e di artigiani. Nell’ultimo periodo è stata effettuata una vera opera di rivitalizzazione del quartiere.

 

 

Quelli che abbiamo elencato sono solamente alcuni degli incantevoli luoghi incantevoli della nostra città ma ce ne sono tanti altri come San Francesco al Prato, Via dei Priori, borgo XX Giugno e così via….

Venite a trovarci e vi daremo tutte le informazioni per un itinerario unico e…romantico!

www.chocohotel.it

 

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Todi Festival

Un “cioccolatoso” saluto a tutti i nostri lettori!

Giunto alla sua XXVIII edizione, il Todi festival raduna ogni anno migliaia di spettatori nella piccola città di Todi per assistere alla festa del teatro di prosa.

Il Festival, del quale è direttore artistico Silvano Spada, si svolgerà dal 21 al 31 agosto: 15 inediti spettacoli di prosa, eventi, mostre, incontri, film e video per 10 appuntamenti al giorno.

Saranno tantissimi gli attori famosi che interpreteranno dei ruoli nelle esibizioni, moltissimi i giovani autori, attori e registi.

Lo spettacolo inaugurale vedrà “protagonista” Marina Berlusconi interpretata da Laura Lattuada in un’intervista immaginaria.
Per lo spettacolo finale verrà presentato il musical “Sunset Boulevard”, una delle più importanti produzioni della storia del musical.

La città di Todi è un vero spettacolo durante questo periodo dell’anno ed è proprio un momento giusto per rilassarsi e godersi una serata all’insegna dello spettacolo.download (4)

Posted in Eventi in Umbria, Luoghi da visitare | Tagged | Leave a comment