La tradizione delle Uova Colorate

Cari “golosi” amici ci siamo quasi. La Pasqua è imminente e anche noi ci prepariamo a festeggiarla… insieme a tutti voi!
Uno dei simboli per eccellenza della Pasqua è l’uovo e, oltre al quello di cioccolato, immancabile per i piccoli ma anche per i grandi, le uova sode colorate sono un must della tradizione.

uova-colorate
Pennarelli, acquerelli o tempere colorate vengono usate per creare vere e proprie piccole opere d’arte da esibire in famiglia, con gli amici e con… i clienti!! Noi infatti, all’Etruscan Chocohotel, ci divertiremo a colorarle per rendere il buffet delle colazioni più colorato, più appetitoso e più goloso del solito!!

 

Continue reading

Posted in Senza categoria | Leave a comment

I piatti pasquali Umbri

La Pasqua, si sa, è una festività religiosa molto importante e come tutte le festività importanti va celebrata anche a tavola.

L’ Umbria, terra di tradizioni culinarie importanti, ha una serie di piatti tipici pasquali che non possiamo non elogiare, soprattutto in questo periodo :

Torta di Pasqua : Nota anche col nome di pizza o crescia al formaggio, la torta al formaggio o di Pasqua è il piatto tipico umbro per festeggiare la rinascita del Cristo. All’apparenza simile al panettone, ideale da accompagnare con i tanti salumi e prodotti tipici umbri,images soprattutto durante la prima colazione del giorno di Pasqua. Gli ingredienti principali sono : parmigiano reggiano, pecorino romano, olio, uova, farina, lievito, sale e pepe. Una volta impastato il tutto, si mette a lievitare l’impasto in uno stampo con i bordi molto alti in modo che possa crescere la lievitazione all’interno (arriva fino a triplicarsi). Il passo successivo è quello della cottura in forno (preferibilmente a legna),  per circa 3 ore, fino a quando non diventano di colore ambrato. Per tradizione, chi vuole, può portare la torta a benedire in chiesa insieme a tutti gli alimenti che verranno consumati il giorno di Pasqua.

Continue reading

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Le Tradizioni Pasquali nel mondo

Se dovessimo dare retta al detto “A Natale con i tuoi e a Pasqua con chi vuoi!” dovremmo già avere le valigie pronte per partire!

Invece la Pasqua non è solo sinonimo di “fuga” ma è soprattutto un’occasione per stare con la famiglia, rimpinzarsi di uova al cioccolato e divertirsi a montare le sorprese che ci troviamo dentro.

In alcune parti del mondo però, a Pasqua ci si diverte in modi molto curiosi, come per esempio in Andalusia, dove le confraternite organizzano processioni e rappresentazioni teatrali che fanno rivivere le stazioni della via crucis di Cristo ed i partecipanti indossano abiti penitenziali, cappe a punta e nascondono il viso dietro una maschera.

easteregghunt

In Svezia invece,  i bambini si vestono da påskkärringar (streghe di Pasqua): si dipingono il viso, trasportano una scopa e vanno a bussare alle porte dei vicini per riempire il loro sacchetto di caramelle e cioccolato, un po’ come fanno i bambini nordamericani per Halloween. Inoltre gli svedesi decorano le loro case con rami di salice o di betulla e mangiano uno smörgåsbord, una specie di buffet composto da vari piatti come aringa, salmone, patate, uova, polpette, salsicce.

Continue reading

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Lago Trasimeno

Nel cuore verde dell’Umbria si stende il lago Trasimeno.
A fare da cornice tutto intorno dolci colline con boschi che si alternano a campi di girasole e di mais, vigneti e distese di olivi.

I comuni del Trasimeno:
Castiglion del Lago 

Passignagno sul Trasimeno

Magione

Paciano

Piegaro

Panicale

Degne di nota sono le tre isole del Lago Trasimeno:

Isola Maggiore, Isola Minore e Isola Polvese.

La più estesa delle tre isole è l’Isola Polvese che con i suoi 69,6 ettari e 313,4 mt slm è anche la più alta, è disabitata e anche se dal 1995 appartiene al Parco Regionale del Trasimeno è liberamente visitabile. Oltre ai bellissimi scorci offre ai visitatori alcuni punti d’interesse qui si possono ammirare il Monastero di S.Secondo, la Chiesa di S.Giuliano e un castello del XIV sec. ed e: la Rocca.

l’Isola Maggiore è ancora abitata ed è raggiungibile in battello, anche da Tuoro sul Trasimeno, antica città etrusca.
La terza isola, l’Isola Minore (detta anche Isoletta) è privata e non visitabile. Attualmente è disabitata, anche se fino al XV secolo risulta essere stata abitata da molte famiglie.

Gli amanti della buona cucina tradizionale non potranno perdersi il brodo di pesce condito con il pregiato olio dei colli del Trasimeno, né rinunciare al riso con il sugo bianco a base di filetti di persico e di anguilla. A settembre si svolge la sagra del pesce che attira numerosi turisti e in questa occasione viene usata la padella più grande del mondo, in grado di friggere due quintali di pesce l’ora.

Le specialità sono veramente tante e vedono quasi tutte protagonisti i pesci di lago…e l’oco!

assaggiare assolutamente anche il brustico, un piatto che è allo stesso tempo facile e … quasi impossibile! Esso è composto infatti da pesce di lago (persico reale o tinca) e dalla cannina che altro non è che la canna lacustre usata per fare il fuoco sopra il quale si stende il pesce senza alcuna preparazione lasciandolo abbrustolire fino quasi a carbonizzarlo.Viene servito con olio extravergine, sale, pepe e limone

Gli amanti del pesce poi non potranno perdersi la carpa in porchetta, costituita da una carpa regina di almeno 15 – 20 Kg che viene cotta al forno e riempita come una porchetta tradizionale ovvero con lardo, finocchietto ed altre spezie od odori. Infine vi segnaliamo il tegamaccio, una specie di cacciucco a base di pesce fresco di lago (anguilla, luccio, tinca, persico e pesce gatto) tagliati a pezzi e cotti al tegame (da cui tegamaccio) col pomodoro maturo fresco.

Tra i prodotti tipici da segnalare: l’olio di oliva e i vini Doc Pieve del Vescovo e Colli del Trasimeno, ma anche il Grechetto, il vin santo, il novello, formaggi e miele. Da non perdere il dolce Torciglione e lo zafferano.

 

 

 

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Natale a Perugia

Perugia, la storica città etrusca, quest’anno vive il Natale in modo ancora più intenso!

All’interno della maestosa Rocca Paolina è presente il colorato mercatino di Natale, “Natale alla Rocca”. Tantissimi artigiani provenienti da diverse parti d’Italia e non solo, espongono i loro manufatti per originali idee per i regali natalizi.
Il mercato alla Rocca Paolina è aperto dal 6 dicembre al 6 gennaio (tranne il 25 dicembre e il 1° gennaio)

Il nuovo mercato di Natale è presente in Piazza IV Novembre e in piazza Matteotti il Perugia Special Christmas, con almeno 50 espositori.

In piazza della Repubblica è presente la pista di pattinaggio sul ghiaccio, assoluta e divertentissima novità! Per i più piccoli la giostra in piazza Italia e la ruota panoramica ai giardini Carducci!

Regalate un soggiorno all’Etruscan Chocohotel  e godetevi il clima natalizio che si respira nella bellissima

!

 

Posted in Curiosità, Eventi in Umbria, Luoghi da visitare, Senza categoria | Tagged , , | Leave a comment

L’albero di Gubbio: l’albero di Natale più grande al mondo!

L'albero di Natale più grande del mondo!

 

Come ogni anno, si rinnova a Gubbio la tradizionale accensione dell’albero di Natale più grande del mondo!

Sul monte Ingino infatti, domani 7 dicembre, verrà accesa la sagoma di un abete che si stende per oltre 750 metri e largo 450!
Novità assoluta è che quest’anno l’albero verrà acceso da Papa Francesco che, attraverso il web, attiverà il contatto elettrico che accende tutte le luci fino ad illuminare la stella cometa posizionata sulla sommità del monte.
E’ un momento che coinvolge tutta la cittadinanza eugubina, gli sbandieratori, i figuranti del corteo storico e i musici legati alla famosa Corsa dei Ceri.
Un evento sempre emozionante…

 

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Borghi umbri…

Umbria

Umbria, la regione più verde d’Italia tutta da scoprire.

Quando si parla di Umbria il pensiero si rivolge subito a Perugia ed Assisi, non tutti sanno però che oltre a questi due magnifici luoghi ne esistono tanti altri, più piccoli ma altrettanto deliziosi. A chi sceglie di visitare l’Umbria dunque suggeriamo di visitare anche i piccoli comuni arroccati sulle colline, con i loro i borghi antichi, le fortezze e i castelli. Nei dintorni del Lago Trasimeno vi segnaliamo:

MONTALERA

Il Castello di Montalera è una castello fortificato del X secolo sito su di un’altura, affacciata sul lago Trasimeno, nei pressi di Panicale in provincia di Perugia.

MONGIOVINO

Il Castello di Mongiovino Vecchio è situato in cima ad un colle a 500 metri d’altitudine e gode di un panorama a tutto tondo. Isolato nel verde e circondato da distese di olivi, boschi di riserve di caccia.

AGELLO

Agello è una frazione del comune di Magione (PG).
Il paese si trova in cima ad una collina, ad un’altezza di 411 m s.l.m. e domina da un lato la pianura del paese di Capanne, attraversata dalla strada statale 220 Pievaiola, e dall’altro l’intero specchio del lago Trasimeno. È abitato da 821 residenti.

PANICALE

Domina il lago Trasimeno dall’alto del monte Petrasvella attorno al quale i suoi edifici si avvolgono in ellissi concentriche. Qui si trova una delle chiese più antiche dell’Umbria, la Collegiata di San Michele.

Dopo questo bellissimo giro, per dormire, potete venire da noi!
www.chocohotel.it

Posted in Escursioni nella natura, Luoghi da visitare | Tagged , , , , | Leave a comment

Castello di Vallingegno

Il  castello di Vallingegno è un castello medievale. Si ritiene che il suo nome abbia origini da un tempio dedicato al dio Genio, venerato dai pagani come dio buono o malvagio capace di influenzare la vita degli uomini fin dalla nascita e che avrebbe dato il nome al territorio di Vallingegno (valle del Genio). Il castello faceva parte del sistema difensivo sulla destra del Chiascio, insieme al castello di Petroia e a quello di Biscina.

Sorge sulla cima di un colle in posizione dominante sopra la valle del Chiascio, nei pressi della strada tra Perugia e Gubbio.

Il castello, il cui primo nucleo fu eretto nell’anno 1000 attorno alla torre maestra, fu feudo della famiglia Gabrielli.  Possiede tutti gli accorgimenti militari in uso nel Trecento e nel Quattrocento e una torre poligonale.
Oggi il castello è di proprietà privata.

Castello di Vallingegno

 

Posted in Escursioni nella natura, Luoghi da visitare | Tagged | Leave a comment

Parco Nazionale dei Monti Sibillini

Il parco Umbro più esteso è IL PARCO NAZIONALE DEI MONTI SIBILLINI, nasce nel 1993, più di 70.000 ettari di superficie per salvaguardare l’ambiente e gli animali, per la sostenibilità di questa catena montuosa, padrona dell’Appennino Centrale Umbro Marchigiano.

Parco Nazionale dei Monti Sibillini

Parco Nazionale dei Monti Sibillini

 

Il parco è una ricchezza di ambiente, di tradizioni, di storicità, un luogo dove il tempo sembra essersi fermato…

L’area protetta è divisa in 4 versanti: l’Alto Nera e le sue Guaite, la fioritura, la magia, il sacro.

 

L’alto Nera è caratterizzato da castelli e torri medievali nei centri abitati, dalla Gola della Valnerina che il fiume Nera ha scavato negli anni e dal Monte Bove.

Il versante fiorito comprende i prati di Ragnolo, la valle del fiastrone, la Grotta dell’orso, la valle dell’acquasanta e le sue cascate. La zona, come si intuisce dalla parola stessa, è caratterizzata da fioriture soprattutto di orchidee, liliacee, narciso.. a primavera ed inizio estate sono degli spettacoli imperdibili!

Il versante magico  è così chiamato per le leggende che nell’antichità popolavano la zona: la “Sibilla” era la profetessa che viveva in una gotta dell’omonimo monte.

Infine il versante Sacro, dove la città di Norcia ne è al centro, essendo patria di San Benedetto, patrono d’Europa.

Norcia

Norcia

 

 

 

 
In questo meraviglioso scenario, l’itinerario che vi consigliamo è il sentiero NATURA ARTE E STORIA di Norcia.

Norcia è una cittadina di Perugia, 600 metri circa slm, è collocata dal punto di vista naturalistico tra due realtà: la Valnerina, cioè la valle fluviale nata dallo scorrere del fiume Nera, e i Monti Sibillini. E’ la città natale di San Benedetto, fondatore dell’ordine dei Benedettini, di cui mantiene numerosi cenni storici e architettonici medievali.

L’itinerario che proponiamo quest’oggi è per tutti!
Proponiamo una visita del centro storico della città partendo dalla Chiesa di San Benedetto, la stessa Piazza ospita il Palazzo Comunale del XIII sec., all’interno si possono visitare la Sala del Consiglio Maggiore, la Sala dei Quaranta conservatori della pace e la Cappella dei Priori in cui troviamo il reliquario di San Benedetto, è possibile inoltre visitare Il Duomo di Santa Maria Argentea del XVI sec. in stile rinascimentale. Dopo la parte “storica e artistica” vi consigliamo una tranquilla passeggiata verso Castelluccio di Norcia, un piccolo borgo che sorge nel cuore dei Monti Sibillini, giugno e luglio sono i mesi consigliati per ammirare la famosa fioritura della piana di Castelluccio. Non dimentichiamoci che Norcia è anche famosa per le tradizioni culinarie! Non si possono perdere i piatti cucinati con il tartufo nero, funghi, lenticchie di Castelluccio, formaggio di pecora.. prodotti unici di questa terra!
images (2)

 

 

Una serata di relax vi aspetta poi qui da noi con la nostra poltrona massaggiante e la vasca idromassaggio!

Vi aspettiamo!
www.hotelgio.it

 

Posted in Escursioni nella natura, Luoghi da visitare | Tagged , , | Leave a comment

Tempio di San Michele Arcangelo

Amiche ed amici amanti del relax…

E se ci prendessimo una pausa, tavoletta di cioccolato alla mano,  distesi all’ombra della chiesa di San Michele Arcangelo, dai perugini denominata affettuosamente “Tempietto”?

Ci troviamo a Perugia, a Borgo Sant’Angelo. Questa chiesa paleocristiana sorge su uno dei punti più alti della città ed è raggiungibile salendo corso Garibaldi e attraversando uno stretto vialetto (dopo la salita, la cioccolata è il massimo per recuperare!!). La consacrazione  all’angelo guerriero non è un caso, che spesso viene utilizzato nelle chiese a ridosso delle cinte murarie per protezione della città.

Un piccolo cortile verde è l’anticamera di questo edificio dalla pianta centrale, edificato su un terreno sacro agli Etruschi e poi divenuto luogo di un tempio romano, nel periodo in cui le religioni pagane erano in decadenza e il cristianesimo prendeva piede (V-VI sec. d.C.).

Il "Tempietto"

Il “Tempietto”

Luogo romantico, isolato, malinconico e misterioso, il Tempietto è la scelta di molti sposi per suggellare le loro promesse nunziali. La scenografia del luogo permette di immortalare scatti incantevoli, per ricordare momenti gioiosi della propria vita.

Ma non è tutto. Il tempietto offre sfondi anche per gli appassionati del mistero: vi compaiono infatti all’interno simboli molto particolari. Sugli stipiti d’ingresso e al collo della Madonna in uno degli affreschi si possono intravedere delle croci patenti, rappresentazioni legate all’universo mistico dei Templari, una confraternita religiosa del Medioevo la cui leggendaria storia è ricca di segreti ed enigmi. A pochi metri dall’ingresso, inoltre, fa la sua comparsa un pentagramma, simbolo legato al culto di Venere che nel Medioevo veniva associato alla magia nera.

Largo dunque alla scoperta, alla conoscenza e… al rientro in hotel dopo la lunga passeggiata!!

www.chocohotel.it

 

 

Posted in Curiosità, Luoghi da visitare | Tagged | Leave a comment